Ubuntu o Windows 11: chi chiede più requisiti minimi?

In appena una settimana, Microsoft lancerà il suo nuovo sistema operativo per tutti gli utenti: Windows 11 . Questo nuovo sistema operativo segnerà un prima e un dopo nella storia del sistema operativo Microsoft, sia per le sue novità estetiche, sia per le sue nuove funzioni e, inoltre, per essere stato il primo sistema operativo che ha requisiti così drastici da tornare obsoleto a milioni di computer, anche relativamente nuovi. Questa può essere un'opportunità per altri sistemi operativi, come Ubuntu , per entrare nei computer desktop. Tuttavia, molti si chiedono, il mio computer può eseguire questo? Linux?

Ubuntu o Windows 11

Windows 11: la polemica dei requisiti

Nonostante il fatto che Windows 11 non sia molto più di una versione rinnovata di Windows 10, Microsoft è stata molto radicale nello specificare i suoi requisiti minimi per poter funzionare. La prima cosa che incontriamo è la necessità di usare un 64 bit CPU , con due core e con almeno 1 GHz. Addio a 32 bit. Inoltre, dovremo avere a almeno 4 GB di RAM, così come 64 GB di spazio disponibile .

Né possiamo dimenticare di avere una grafica compatibile con DirtectX 12 e uno schermo, almeno 9 pollici, con risoluzione 720p.

Windows 11 Menu iniziale

Ma questo non è il peggiore e il più controverso. Per poter installare e utilizzare il nuovo sistema Microsoft avremo bisogno di un computer che disponga di un sistema UEFI (no BIOS) e che abbia anche abilitato il Secure Boot. E, se questo non basta, il PC scheda madre deve avere un chip TPM 2.0, quest'ultimo è il più controverso dei requisiti.

Esistono diversi modi per verificare se il nostro computer soddisfa i requisiti per l'installazione di Windows 11. Inoltre, è vero che Microsoft ci consentirà di installare il sistema operativo se non li rispettiamo, sebbene l'azienda declina ogni responsabilità e non darà supporto se questo non viene soddisfatto. .

Ubuntu: requisiti per poter utilizzare questo sistema Linux

Al contrario, Ubuntu è un sistema operativo molto meno esigente in termini di requisiti necessari per poter funzionare. Anche se è vero che, delle distribuzioni Linux, è una di quelle che richiede più hardware per funzionare.

Usando Ubuntu 20.04 LTS come esempio, questo sistema ci chiede un PC molto più modesto, con meno CPU. Per installare Ubuntu avremo bisogno un processore dual-core a 2 GHz o più . Inoltre, dovremo avere almeno 2 GB di RAM che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana 25 GB di spazio libero sull'hard disk (o solo 8.6 GB per l'installazione minima). Come vediamo alcuni requisiti che sono molto inferiori a quelli richiesti da Windows 11. Inoltre, se non li soddisfiamo, possiamo comunque installare il sistema, anche se rischiamo che non funzioni correttamente.

Ubuntu 21 04

Ubuntu non richiede alcun BIOS specifico o sistema UEFI o Secure Boot. E non ci chiede un chip come TPM 2.0 che metterà fuori supporto milioni di computer.

Quale sistema operativo dovrei scegliere?

La prima cosa da notare è che un sistema Linux, come Ubuntu, non è così complicato come si potrebbe pensare. Al contrario, questi sistemi si sono evoluti così tanto che, oggi, sono facili da usare come qualsiasi Windows o qualsiasi macOS. E, se abbiamo bisogno di liberare tutto il suo potenziale, allora è allora che dovremmo prendere il terminale e iniziare a scrivere i comandi. Se il nostro PC non soddisfa i requisiti di Windows 11, o vogliamo dare una possibilità a questo OS e iniziare a dipendere meno da colossi come Microsoft, il lancio del nuovo Windows è un'ottima occasione per farlo.

D'altra parte, se siamo utenti Windows, giochiamo spesso sul PC o abbiamo bisogno dei nostri programmi per funzionare, non abbiamo altra scelta che passare attraverso l'anello di Microsoft. Se soddisfiamo i requisiti, possiamo aggiornare perfettamente al nuovo Windows 11 il 5 ottobre 2021. E, in caso contrario, possiamo continuare a utilizzare senza problemi Windows 10, che riceverà aggiornamenti, almeno, fino al 2025.