Comandi CMD essenziali e di base per l'utilizzo su Windows

L'interfaccia utente grafica che il Windows Il sistema operativo attualmente presentatoci è adatto a tutti i tipi di utenti. È stato progettato per facilitare il lavoro sia per i più avanzati che per i principianti davanti a un PC. Ma possiamo sempre usare il riga di comando o CMD se lo desideriamo e ne facciamo a meno.

Dobbiamo tenere presente che quotidianamente con il computer ci troviamo con un sistema operativo completo e complesso. Questo non ha smesso di crescere negli anni e le sue nuove versioni, ma ovviamente, Microsoft stessa cerca di rendere le cose molto più facili per noi. Per questo, come abbiamo accennato, migliora anche l'interfaccia grafica utente in modo che il sistema possa utilizzarla e configurarla senza problemi quasi tutti.

Comandi CMD essenziali e di base per l'utilizzo su Windows

Ma ovviamente, come è usuale nella maggior parte delle aree relative al software, alcune più avanzate richiedono sempre più controllo. Ovviamente Microsoft non poteva essere lasciata indietro in questo stesso senso, per quello che ci offre la riga di comando. Possiamo accedervi tramite la riga di comando nota anche come CMD o da Windows PowerShell.

PowerShell

Qual è la riga di comando o CMD

Per coloro che non sanno di cosa stiamo parlando in queste righe, dovrebbe essere chiaro che non si tratta di nient'altro ma di una riga di comando dalla quale possiamo svolgere più attività basate su comandi scritti. Questi vengono generalmente eseguiti internamente e automaticamente quando si eseguono tutti i tipi di azioni sopra menzionate interfaccia grafica . Tuttavia, dal CMD gli utenti più avanzati avranno molto più controllo su tutto questo.

Per curiosità vi diremo che il CMD a cui ci riferiamo è l'abbreviazione di CoMmanD ed è un programma Microsoft che deriva dal mitico command.com. Questo è il MSDOS shell che esiste da decenni, in modo più o meno visibile. Agli albori del sistema operativo Microsoft, tutto funzionava sulla base di comandi come quelli che vi mostreremo in queste righe. Ma con il passare del tempo questa è andata in disuso passando alle interfacce grafiche più comode e visive.

In questo modo, da questa sezione possiamo svolgere una moltitudine di compiti in sistema , tutto questo digitando comandi diretti ad esso.

Come aprire il CMD di Windows

Pertanto, per quelli di voi che sono interessati a scoprire questa sezione del Redmond sistema operativo, ti diremo come eseguirlo. Prima di tutto, devi sapere che fa parte di Windows stesso, dobbiamo solo avviarlo. Per fare ciò, dobbiamo andare alla casella di ricerca del menu Start, ad esempio, e scrivi CMD .

Amministratore CMD

A questo punto vale la pena ricordare che è consigliabile in questo caso eseguire tutto questo con i permessi di amministratore. In questo modo possiamo svolgere attività più complesse con un maggiore controllo sul sistema operativo. Pertanto, una volta che l'icona con l'estensione eseguibile si trova , facciamo clic con il tasto destro del mouse su di esso per poter eseguire con amministratore permessi.

Cos'è PowerShell e in cosa differisce da CMD

Come vi abbiamo detto, il CMD o il simbolo del comando è con noi da molti anni, dall'inizio del sistema operativo Microsoft. Inizialmente la shell MSDOS originale e l'impostazione predefinita in Windows 10 erano le stesse per molto tempo ed erano l'impostazione predefinita del sistema. Ma dopo la comparsa di PowerShell , questo è cambiato un po ', poiché questa versione migliorata per l'esecuzione dei comandi è andata un po' oltre.

Ed è necessario tenere presente che Windows PowerShell ci consente di eseguire sviluppi, lavori ed esecuzioni più completi e complessi, tutti basati su comandi. Questo elemento è un linguaggio di scripting avanzato scritto in . NET Framework di Microsoft che consente di eseguire attività in background o automatizzare le attività. Pertanto si potrebbe dire che si tratta di una versione migliorata e più moderna del citato CMD. Quindi, per aprirlo, come nel caso precedente scriviamo il suo nome nel file casella di ricerca ed eseguire anche con autorizzazioni di amministratore.

PowerShell di Ejecutar

I comandi di base più importanti del CMD

Una volta che sapremo tutto questo, vi mostreremo una serie di comandi di base che puoi utilizzare nel suddetto CMD. Conoscere tutto ciò che circonda il prompt dei comandi non è altro che acquisire una certa esperienza nell'utilizzo dei comandi di cui avremo più bisogno.

Man mano che ci abituiamo a tutto questo, possiamo andare più a fondo con parametri che ci permettono di spremerli un po 'di più. Ovviamente una cosa che dobbiamo tenere a mente è che questi parametri di cui stiamo parlando, potete vederli scrivendo Help seguito dal command da cui vogliamo vedere quei parametri.

Comandi per lavorare con i file

Questi sono comandi CMD che si concentrano sul lavoro e sulla gestione dei file che abbiamo archiviato sulle unità disco in molti modi e in profondità.

  • ATTRIB: ci permette di vedere oltre a modificare gli attributi di qualsiasi file sul computer in modo da espandere la sua usabilità. Possiamo indicarlo come leggere- solo, per un controllo totale, basta scrivere, ecc.
  • COMP: confronta direttamente il contenuto di due file o di un insieme di file.
  • COMPATTO: ci permette di vedere oltre a modificare lo stato di compressione dei file indicati nel comando, tutti validi su Partizioni NTFS .
  • COPIA: consente di copiare uno o più file in un'altra posizione sul disco rigido.
  • DEL: elimina uno o un insieme di file specificati da quelli salvati sul dispositivo.
  • CANCELLA: comando per cancellare uno o un gruppo di file che abbiamo precedentemente indicato.
  • FC: ci permette di confrontare due o più file e ci offre anche come output il file
  • differenze tra tutti specificati.
  • TROVA: per cercare un file testo stringa in uno o più file che indichiamo nello stesso comando.
  • FTYPE: mostra a video i tipi di file utilizzati nelle estensioni che indichiamo. Ci consente anche di modificare quei tipi associati
  • SPOSTA: per spostare uno o un gruppo di file da una directory all'altra o nella posizione da noi indicata.
  • RENAME: comando per rinominare uno o un gruppo di file.
  • SOSTITUISCI: per sostituire i file.

Comandi per lavorare con le directory

Qui andiamo a trovare una serie di comandi che ci permettono di gestire manualmente le directory salvate sulle unità disco

  • CD: ci permette di muoverci tra le cartelle di sistema digitando il comando e il percorso di destinazione. Mostra anche il nome della directory corrente da solo.
  • CHDIR: ci fa vedere il nome della directory corrente o cambia in un'altra, molto simile a CD.
  • DIR: mostra un elenco di tutti i file e le sottodirectory in cui si trovano nella directory corrente o in qualsiasi altra che indichiamo.
  • MKDIR: per creare una nuova directory.
  • RD: per eliminare una directory.
  • TREE: ci permette di visualizzare la struttura delle directory di un'unità disco completa in una forma ad albero, o di una directory da noi specificata
  • XCOPY: consente di copiare sia file indipendenti che strutture di directory complete.

Comandi di rete

Se vuoi conoscere tutti i dettagli della tua connessione Internet o della rete locale, non possono mancare questi comandi da eseguire dal CMD.

  • IPCONFIG: ci permette di visualizzare in dettaglio tutte le informazioni sulle schede di rete delle apparecchiature.
  • PING: questo è un comando che ci permette di controllare facilmente lo stato della nostra connessione. In caso di rilevamento di problemi, serve per identificare la loro causa.
  • TRACERT: stabilisce un percorso dal computer locale al server di destinazione e mostra tutti i salti che la connessione effettua fino a raggiungere il punto finale e vede dove possono esserci specifici errori di connessione.
  • NETSAT: ci permette di controllare, analizzare e diagnosticare una rete dal CMD, ci permette anche di conoscere le connessioni che sono aperte sul PC, sia locali che remote.
  • CERCA.NS: ti permette di sapere se il server DNS che abbiamo configurato per impostazione predefinita sta traducendo correttamente gli URL negli indirizzi IP corrispondenti.
  • NBTSTAT: per vedere le statistiche del protocollo TCP / IP e le connessioni correnti stabilite sull'apparecchiatura.

Comandi di sistema

In questa sezione troviamo un elenco di comandi CMD per gestire alcune parti molto importanti riguardanti il ​​funzionamento e il comportamento del sistema operativo stesso.

  • CHKDSK: potente comando per unità disco che ne verifica l'integrità e fornisce un report sullo stato di ciascuno di essi.
  • CHKNTFS: ci permette di vedere oltre a modificare il file controllo del disco all'avvio del sistema operativo.
  • CLS: cancella completamente lo schermo attivo.
  • CMD: avvia una nuova finestra del prompt dei comandi come quella che abbiamo in esecuzione al momento.
  • COLORE: ci permette di cambiare i colori del primo piano e dello sfondo per lavorare qui nel migliore dei modi, sul riga di comando .
  • CONVERT: converte le unità disco formattate FAT in volumi NTFS ad eccezione di quello corrente, cioè applicabile al resto dei dischi del computer.
  • DATA: ci permette di visualizzare o impostare la data corrente di il sistema operativo e il PC.
  • DISKPART: ci insegna e ci permette di configurare le proprietà del file partizione del disco in cui ci troviamo in questo momento.
  • DRIVERQUERY: ci permette di vedere lo stato corrente e le proprietà dei driver del computer sullo schermo.
  • ESCI: ci aiuta a chiudere la sessione corrente della riga di comando.
  • FORMATO: utilizzato per formattare un intero disco rigido.
  • FSUTIL: ci permette di visualizzare o configurare le proprietà del disco rigido file system .
  • AIUTO: visualizza informazioni aggiuntive e parametri per i comandi indicati sullo schermo.
  • ETICHETTA: crea, modifica o elimina l'etichetta di volume per un'unità disco.
  • PRINT: comando per stampare file di testo .
  • RECUPERA - Tenta di recuperare le informazioni da un file unità disco che è stato danneggiato o difettoso per qualche motivo.
  • SHUTDOWN: ci permette di eseguire sia un locale che a distanza arresto del computer.
  • SYSTEMINFO: ci mostra sullo schermo tutte le proprietà e le configurazioni dell'apparecchiatura.
  • ORA: possiamo vedere o modificare l'ora del sistema operativo.
  • TIPO: per visualizzare il contenuto di un file file di testo .
  • VEDI: ci mostra la versione di Windows con cui lavoriamo.