Perché i tuoi vecchi dispositivi funzionano peggio su WiFi

Oggi nelle nostre case la cosa più comune è che utilizziamo la tecnologia Wi-Fi per connetterci a Internet. Il grande vantaggio delle reti wireless è senza dubbio la mobilità che ci offrono, anche se è vero che non sfruttano la larghezza di banda così come il cavo di rete. Una cosa da tenere a mente riguardo al Wi-Fi è che ha attraversato standard diversi che offrono sempre più velocità. Attualmente il più utilizzato è 802.11ac, che equivale al Wi-Fi 5, anche se 802.11ax, che corrisponde al Wi-Fi 6, sta diventando sempre più diffuso. Tuttavia, non tutti i dispositivi funzionano ugualmente bene tramite Wi-Fi. -Fi. In questo articolo spiegheremo perché i tuoi vecchi dispositivi funzionano peggio WiFi.

Perché i tuoi vecchi dispositivi funzionano peggio su WiFi

La connessione Wi-Fi è materia due

Cosa determina che una connessione wireless dipende esclusivamente da due dispositivi:

  1. le router .
  2. dispositivi client . In questo caso abbiamo smartphone, tablet, laptop e altro ancora.

Pertanto, se vogliamo chiarire le aspettative e sapere perché questi dispositivi sono peggiori per il Wi-Fi, dobbiamo iniziare conoscendo le loro specifiche. La prima cosa che dobbiamo fare è controllare le normative Wi-Fi supportate dal nostro router.

Frontale del router gaming Guida rapida dell'installazione del router gaming ASUS GT-AX6000

Il prossimo passo dovrebbe essere fare lo stesso con quell'altro dispositivo. Di solito i problemi arrivano quando supportano diversi standard Wi-Fi. Ciò non significa che non possano essere collegati, ma senza dubbio influenzerà almeno la velocità. Dei due dispositivi connessi, quello con il peggiore standard Wi-Fi sarà quello che limita la velocità e non possiamo fare nulla per risolverlo, solo acquistare una scheda Wi-Fi più aggiornata.

Ad esempio, la maggior parte dei router attuali nelle nostre case è conforme allo standard 802.11ac, tuttavia alcuni dispositivi non lo fanno. Un chiaro esempio sono gli smartphone di fascia bassa e medio-bassa. Questi cellulari supportano lo standard precedente che è 802.11n e possono connettersi solo alla banda a 2.4 GHz. Quindi, con questi smartphone è difficile superare gli 80 Mbps, che per le attività di base e la navigazione possono essere sufficienti. Qualcosa di simile accadrà con i laptop che hanno circa 4 o 5 anni, molto probabilmente supporteranno solo la banda a 2.4 GHz a meno che non siano di fascia alta e dispongano di schede WiFi di fascia alta. Tuttavia, questo tipo di computer, a differenza dei cellulari, potrebbe risolvere questa situazione acquistando un adattatore USB Wi-Fi 5 o Wi-Fi 6, inoltre potresti sempre cambiare la scheda WiFi interna del tuo laptop, ma dovresti smontarla esso.

Sotto questo aspetto, potremmo dire che i dispositivi che per noi sarebbero peggiori del WiFi, soprattutto in termini di velocità, sono quelli che non supportano la banda 5GHz che ha iniziato ad essere utilizzata in maniera massiccia con lo standard 802.11ac o Wi-Fi 5 , sebbene esistesse anche con Wi-Fi 4. Potresti essere interessato a sapere quali dispositivi devo connettere al WiFi a 2.4 GHz e quali a 5 GHz.

La sicurezza dei vecchi elettrodomestici

Un vecchio dispositivo, oltre ad essere peggiore per il WiFi, può danneggiare la sicurezza della nostra rete wireless e anche la velocità di altri client wireless.

Per quanto riguarda la sicurezza del router, dovremmo almeno avere Crittografia WPA2 , sebbene i più moderni supportino già WPA3 e stia iniziando a essere implementato in modo massiccio. Inoltre, un router obsoleto con firmware non aggiornato da diversi anni fa sì che nel tempo compaiano vulnerabilità che ci lasciano esposti ad attacchi. Per questo motivo, quando devi acquistarne uno, devi sceglierne uno di un buon produttore come ASUS, NETGEAR, AVM FRITZ! Box o D-Link tra gli altri. In questo modo ti assicuri di ottenere un buon supporto e, inoltre, di solito includono funzionalità aggiuntive nel tempo.

Né dobbiamo dimenticare i vecchi dispositivi che colleghiamo al router. Ad esempio, se supportano solo la crittografia WEP o WPA, per motivi di sicurezza il router potrebbe non consentire loro di connettersi. Anche questo tipo di dispositivo che non riceve aggiornamenti da molto tempo ci rende più vulnerabili agli attacchi.

Cosa succederà nel futuro

Gli standard Wi-Fi si evolvono nel tempo per offrirci una migliore velocità e latenza. Attualmente funzionano peggio su WiFi perché quei vecchi dispositivi non possono connettersi alla banda 5GHz, una banda di frequenza che era un prima e un dopo per fornire velocità reali di oltre 600Mbps senza molti problemi.

Il problema si ripeterà presto e sarà dovuto alla comparsa della nuova banda a 6GHz che utilizza lo standard Wi-Fi 6E. Attualmente sono già acquistabili i primi router che supportano il Wi-Fi 6E e la nuova banda 6GHz. In futuro vedremo come si stabilirà definitivamente questa nuova banda quando arriverà il Wi-Fi 7, che corrisponde allo standard 802.11be. Pertanto, nel prossimo futuro avremo problemi simili a quelli di oggi in cui non saremo in grado di connettere molti dispositivi alla banda 6GHz.