Perché ci sono meno accessori HomeKit rispetto ad altre marche

Apple ha creato diversi anni fa un sistema con cui gestire tutti i dispositivi domotici attraverso un'applicazione. Ma non ha un'ampia varietà di prodotti come altri sviluppatori possono offrire. Inoltre, il prezzo è solitamente un po' più alto, ma è possibile che questo cambi nei prossimi mesi e in questo post ve ne spiegheremo i motivi.

Nel 2014 Apple ha sviluppato un sistema operativo con il quale puoi gestire tutti i dispositivi della tua casa intelligente. Grazie all'applicazione chiamata Casa, che trovi nell'App Store, puoi controllare tutto ciò che accade sia nella tua casa che nella tua seconda casa dal tuo iPhone or iPad. Per questo, dovrai solo sincronizzare i dispositivi che hai acquistato con l'app e con ciò potrai gestirli a tuo piacimento. Ci sono molti gadget con cui puoi rendere la tua casa una casa intelligente. Tuttavia, la maggior parte degli accessori ha un prezzo molto più alto di quelli simili progettati per altre marche.

Perché ci sono meno accessori HomeKit rispetto ad altre marche

Sebbene ci siano molti produttori che acquistano accessori per la domotica, il prezzo è solitamente molto più alto rispetto ad altri sistemi operativi per la domotica. Ci sono diversi motivi per cui il prezzo può salire, uno di questi è che affinché i prodotti siano compatibili con HomeKit, devono passare attraverso una fase di test parallela. Un altro motivo che fa aumentare il prezzo dei prodotti è quello Apple ha accordi con alcuni marchi, ma non raggiunge tanti come altri software di questo tipo. Questo rende il mercato un po' più piccolo, ci sono meno prodotti da acquistare e quindi il loro prezzo aumenta.

homekit

Gli accessori HomeKit sono più costosi, al momento

Tuttavia, il lancio di La questione è stata annunciata pochi giorni fa, sebbene l'iniziativa sia nata nel 2019 quando è stata avanzata la creazione dell'alleanza "Project Connected Home over IP" (CHIP). A quel tempo, i giganti della tecnologia si accordarono affinché i loro diversi prodotti potessero funzionare tra loro senza problemi. Tra i membri di questa iniziativa, che ora si sta concretizzando in Materia, ci sono Amazon, Apple, Google, Samsung e altre società come IKEA, Signify, Somfy o Zigbee Alliance . Al WWDC lunedì scorso è stato annunciato che avrebbero avuto questo aggiornamento, che consentirà di utilizzare molti più dispositivi a un prezzo molto più basso di quello a cui eravamo abituati.

questione di porta

Matter è un protocollo di connessione universale che può essere utilizzato dai dispositivi che lo supportano per funzionare su tutti i tipi di piattaforme. In questo modo, se ad esempio acquisti una lampadina smart, non farai più devono preoccuparsi se è compatibile con Amazon Alexa, Google Home, Apple HomeKit e altri ecosistemi. Quindi, fintanto che è compatibile con Matter, abbiamo la garanzia di lavorare su qualsiasi piattaforma.

Cosa significherebbe per gli utenti finali? Bene non importa quale marca sia il dispositivo, l'elettrodomestico o il televisore che acquistiamo . Tutti loro lavoreranno all'unisono essendo interconnessi tra loro. Inoltre, il fatto di essere indipendente dal WiFi standard renderà la connessione tra i dispositivi molto più stabile ed efficiente.