Perché effettuare una chiamata con Facebook è più sicuro che mai

Fare una chiamata con Facebook è più sicuro che mai

Mantenere la sicurezza e la privacy quando utilizziamo i social network o le applicazioni di messaggistica è molto importante. Ora Facebook ha introdotto una nuova misura molto richiesta dagli utenti e consentirà di effettuare chiamate con maggiore sicurezza. è sulla crittografia end-to-end , qualcosa che è già applicato in molti altri servizi online. Andiamo a spiegare in cosa consiste.

Facebook utilizza già la crittografia end-to-end per le chiamate

Da Facebook hanno annunciato la novità di implementare la crittografia end-to-end durante la realizzazione chiamate vocali o video da Messaggero. Tieni presente che questo è già stato applicato per anni alle chat scritte. Vale a dire, fino ad ora le conversazioni sotto forma di testo erano crittografate da un capo all'altro e d'ora in poi lo saranno anche le chiamate e le videochiamate.

Altre applicazioni per realizzare questo tipo di comunicazione erano già state avanzate e avevano la crittografia end-to-end. Ad esempio possiamo nominare Zoom or Microsoft Squadre in chiamate individuali. Ora possiamo utilizzarlo anche nel servizio di chiamata del popolare social network.

L'applicazione di messaggistica del famoso social network si affianca così a quelle principali che già implementavano questo sistema anche quando si effettua una qualsiasi chiamata vocale o video. Alla fine della giornata, non solo il testo che inviamo può essere intercettato, ma anche qualsiasi chiamata che facciamo. Questo può accadere se ad esempio usiamo an rete pubblica insicura .

Cifrado estremo su Facebook

Come funziona la crittografia end-to-end

Ora, come funziona la crittografia end-to-end e come ci protegge davvero? È anche conosciuto come E2EE e ciò che sostanzialmente fa è applicare una crittografia al testo che inviamo o riceviamo, nonché alle chiamate vocali o video che facciamo. Questa crittografia consente solo al dispositivo a cui stiamo inviando quel messaggio di essere in grado di decrittografarlo.

Diciamo che stiamo usando un'applicazione per inviare un messaggio di testo. Lo stesso potrebbe valere se faremo una chiamata da Facebook, con questa novità. Il nostro messaggio o audio sarà crittografato e viaggerà al dispositivo di destinazione, che lo decrittograferà e lo consegnerà all'altra persona con cui stiamo parlando o che sta per leggere un messaggio. Lungo il percorso, anche se ci fosse stato un intruso ad intercettare quella comunicazione, non avrebbe potuto essere letta o sentita perché era criptata.

Con questo garantiamo che solo gli utenti coinvolti in una comunicazione possiamo leggere quel testo o ascoltare quella chiamata che stiamo facendo. Questo sistema si basa su chiavi conosciute solo dalle parti che comunicano tra loro. Principalmente ci protegge dagli attacchi di Man in the Middle.

Messaggi eliminati automaticamente

Un'altra novità che include anche Facebook è la possibilità di configurare il cancellazione automatica dei messaggi . Questo è anche legato alla sicurezza e alla privacy. Possiamo scegliere che i messaggi che inviamo vengano eliminati automaticamente dopo un po'.

Il tempo è variabile, ma possiamo metterlo da soli 5 secondi a un giorno. Ciò impedisce a qualcuno con accesso al terminale di leggere ciò che abbiamo inviato o ricevuto. Un modo in più per migliorare la privacy ed evitare problemi.

Pertanto, d'ora in poi utilizzando Facebook Messenger effettuare qualsiasi chiamata vocale o video sarà più sicuro. Infine applicano la crittografia end-to-end, che è una richiesta che molti utenti fanno da molto tempo in modo che possa essere paragonata ad altre applicazioni simili.