Cosa significa che un gioco è già Gold?

L'industria dei videogiochi ha il suo gergo ed è normale a poco a poco queste espressioni penetrano fino a raggiungere gli utenti stessi. Oppure non avete mai sentito che un gioco del genere è in fase Beta, o Alpha e pre-Alpha, e questo ci dice che i suoi sviluppatori stanno ancora programmando e modificando dettagli importanti del suo concept? Ebbene, oggi vi spieghiamo un altro di quei termini che vengono usati molto: quello in questo gioco è già Gold.

No, non si tratta di Xbox Live Gold

Cosa significa che un gioco è già Gold

In effetti, anche se lo diciamo per scherzo, non è un gioco che rientri tra quelli che Microsoft regala con il suo Xbox Live Gold, poiché il termine generalmente interessa l'intero settore. Vale a dire, tutti gli studi di sviluppo si esprimono allo stesso modo e intendono esattamente la stessa cosa quando usano l'espressione che "questo gioco è già Gold". E cosa vuol dire? Bene , uno dei momenti di più grande gioia che uno studio di sviluppo possa vivere .

Questo è così perché la versione Gold di un gioco è quella che viene utilizzata per inviare alla fabbrica che produce i Blu-ray (o all'epoca DVD, CD-ROM, cartucce e cassette) per duplicarli e avviare la produzione del gioco prima di metterlo in vendita nella data annunciata. In altre parole, è la versione definitiva che avremo tutti tra le mani quando andremo in negozio ad acquistare il gioco. Un esempio di quel momento epico ed emozionante per uno studio è, ad esempio, quello che Neil Druckman ha annunciato sul suo Twitter nell'occasione che Uncharted 4 era già Oro.

Nell'immagine del disco puoi vedere informazioni importanti, come il rilasciare candidato (RC) o il numero di serie interno del gioco che è stato utilizzato all'interno del PlayStation universo dagli anni '90, e che agisce come una sorta di identificatore: SCEA_17 (Sony Computer Entertainment America), più una data di chiusura di marzo 2016 (il gioco è uscito il 10 maggio).

Adesso, la stessa cosa non accade con la distribuzione digitale e quella versione Gold è ancora aneddotica, perché i tempi di produzione sono infinitamente più brevi e consentono al team di correggere possibili bug che continuano a esistere all'interno delle versioni Gold. Da qui le patch del primo giorno (lancio) che sono già incorporate nella versione che scarichiamo dallo store digitale quando preferiamo quel formato a quello fisico.

Da dove viene l'espressione?

Anche l'industria dei videogiochi ha adottato questa espressione che veniva dal mondo della musica dove lavorarono anche sulla base dell'ottenimento di un maestro della duplicazione, che un tempo era oro, da cui la sua origine.

Quei processi comuni che per anni hanno accompagnato i videogiochi e l'industria musicale (ad esempio negli anni '80 con le cassette, o già negli anni '90 con i Compact Disc) hanno lasciato l'espressione che un progetto è arrivato alla versione Gold e, quindi, ora è pronto per essere fabbricato e prodotto in quantità sufficienti per portarlo nei negozi e che i videogiocatori, in questo caso, possono procurarsi.