Cosa cercano i criminali informatici sui tuoi dispositivi

Ci sono molti attacchi informatici che possiamo subire sulla rete. Gli hacker possono attaccare qualsiasi dispositivo che abbiamo in casa, come un televisore, un lettore video o persino lampadine intelligenti. È ciò che è noto come Internet of Things. Ora, cos'è? un criminale informatico davvero alla ricerca da questi dispositivi? Ne parleremo in questo articolo.

Dispositivi IoT, bersaglio dei cybercriminali

Cosa cercano i criminali informatici sui tuoi dispositivi

Negli ultimi anni, i criminali informatici hanno visto IoT dispositivi come un obiettivo molto interessante per raggiungere i loro attacchi. Abbiamo sempre più dispositivi di questo tipo e in molte occasioni non vengono aggiornati, il che li rende vulnerabili e possono essere sfruttati.

Secondo un rapporto che facciamo eco, condotto da ricercatori del NIST e dell'Università della Florida, la maggior parte degli aggressori cerca porte aperte su questi dispositivi. Ciò consente loro di disabilitare i firewall e di avere un accesso più facile. Inoltre, hanno rilevato che molti di loro cercano informazioni specifiche sull'hardware di quei dispositivi.

Ma cosa stai cercando esattamente con questo? L'obiettivo principale è trasformare questi dispositivi dell'Internet of Things in a botnet , per portare attacchi DDoS . Un chiaro esempio è la botnet Mirai, una delle più potenti e conosciute. Ma cercano anche di le mie criptovalute attraverso questi dispositivi e quindi generare reddito utilizzando i dispositivi delle vittime.

Per questo rapporto, i ricercatori della sicurezza hanno creato vulnerabilità e computer esposti in modo da poter eseguire correttamente i test. Hanno scoperto che la maggior parte degli aggressori, una volta sfruttato l'accesso e aver potuto controllare il dispositivo, il loro obiettivo successivo era rendere quel dispositivo parte di una botnet o utilizzarlo per estrarre criptovalute.

Attacchi contro dispositivi IoT

Suggerimenti per proteggere i dispositivi IoT

Ma un attaccante non si concentrerà solo su questo che abbiamo menzionato, dal momento che potrebbe anche accedi alla rete e attaccare altri dispositivi collegati. Ecco perché è fondamentale essere protetti e non commettere errori che potrebbero esporci sulla rete.

Un punto molto importante per proteggere i dispositivi IoT è quello di cambia i valori di default . In molti casi vengono forniti con password di base o addirittura aperti, senza alcun tipo di crittografia. È essenziale cambiare la chiave e che sia anche forte e complessa. Questo è ciò che sfruttano principalmente i criminali informatici. Ma è anche conveniente cambiare il nome utente. È importante installare correttamente le apparecchiature IoT.

Inoltre, è essenziale che questi computer siano correttamente aggiornato . Possono emergere vulnerabilità e questi difetti sono esattamente ciò che può consentire agli intrusi di entrare. Dobbiamo installare le patch disponibili in ogni momento e formare una barriera di sicurezza.

D'altra parte, è conveniente rivedere attivamente il dispositivi collegati e verificare che tutto sia in ordine. Analizziamo ad esempio possibili malfunzionamenti o segnali che ci dicono che un intruso è riuscito ad entrare e trasformare quel dispositivo in una botnet o a minare criptovalute, che sono due degli obiettivi più comuni.

In definitiva, gli hacker prendono di mira i dispositivi IoT. È essenziale che li proteggiamo correttamente e che non teniamo aperta alcuna violazione della sicurezza di cui possano approfittare per attaccare la rete.