Sembra pazzesco, ma ci sono già perdite di iPhone 15 e 16

È vero che il tempo vola e i progressi delle aziende tecnologiche vanno a velocità di crociera. Tuttavia, è ancora curioso che solo pochi mesi dopo il lancio del iPhone 13 e 9 mesi dopo l'iPhone 14, abbiamo già voci sul iPhone 15 oppure iPhone 16 . Sì, come l'hai letto. AppleGli smartphone di un anno o due sono già sulla bocca di alcuni leaker a discapito di una delle sue caratteristiche più eccezionali.

Affidabilità di queste prime voci

ci sono già perdite di iPhone 15 e 16

Prima di discutere la voce stessa, vorremmo dare un contesto alla situazione. Come previsto in un'azienda di tale calibro, Apple non sviluppa e progetta i suoi prodotti a breve termine. L'azienda ha una roadmap con un orizzonte molto più ampio e probabilmente oggi ha addirittura definito l'iPhone del 2030 o almeno ha degli obiettivi prefissati.

Ora, questo significa che l'iPhone 15 o l'iPhone 16 è già chiuso? Assolutamente. Infatti, a questo punto l'iPhone 14 starebbe vivendo la sua fase finale di sviluppo in assenza di test e il successivo invio di informazioni a fornitori e fabbriche per iniziare la sua produzione e assemblaggio. Tuttavia, ci sono già team dedicati alla pianificazione dell'iPhone 15 e sì, le perdite che si verificano potrebbero essere completamente vere, ma a più di un anno e mezzo di distanza, tutto potrebbe finire per essere troncato se lo sviluppo non si verifica come sembra Apple avanti fino ad oggi.

Face ID sotto lo schermo è la grande perdita

Degli iPhone 14 è noto che, almeno il 'Pro', dirà addio al notch a favore di un buco nello schermo o di un formato tipo tablet. O forse anche entrambi, come si vociferava nelle ultime ore. Tuttavia, da 2023 or 2024 , i piani di Apple potrebbero ruotare attorno al completo eliminazione degli elementi sullo schermo per integrare il suo riconoscimento facciale sotto lo schermo.

Ai suoi tempi, l'integrazione del sensore di impronte digitali sullo schermo era un'impresa, data la complessità che comportava. Apple infatti non l'ha mai implementato proprio a favore di Face ID. Tuttavia, vogliono andare avanti ora integrando questi sensori sotto il pannello. E sembra molto complicato considerando quanti produttori stanno implementando fotocamere in questo formato.

ejemplo camara bajo pantalla

Ed è che, se guardiamo i dispositivi che hanno la fotocamera sotto lo schermo, si può vedere che la qualità e il colore del pannello diminuiscono in quella parte senza nascondere completamente l'obiettivo. Nascondere di più la fotocamera potrebbe significare che non sarà in grado di offrire buoni risultati in seguito. Detto così, è il merlano a mordersi la coda e la sfida di Apple di integrare non solo una possibile fotocamera, ma anche i sensori 3D di Face ID, sembra meno impegnativa.

Si precisa che tale informativa è stata data da Ross Young, che in risposta a un altro leak di iPhone 14 ha lasciato intendere che Apple stia già lavorando a questa funzionalità per il 2023 o 2024. Va notato che Young non è proprio una persona che gioca a fare ipotesi e che, nonostante abbia avuto anche il suo previsioni sbagliate, è ricordato per i suoi successi. Nel più recente si è distinto per essere riuscito a raccontare in pieno alcune caratteristiche dell'iPhone 13 mesi prima della sua presentazione.

ross young filtracion face id