La guida definitiva alla scelta tra MacBook Air M3, M2 e M1 nel 2024

As Apple svela il MacBook Air M3, i consumatori si trovano a un bivio con tre distinte opzioni da considerare. Con prezzi che superano i 1,000 euro, selezionare il giusto MacBook Air richiede un approccio strategico per evitare trappole finanziarie. Ecco un'analisi dettagliata per guidarti attraverso questa decisione.

Innanzitutto, per chi possiede i modelli M1 o M2, la redazione di La Manzana Mordida sconsiglia l'upgrade M3. L'incremento prestazionale, seppur presente, non giustifica la spesa data la sua natura marginale.

Le dimensioni contano davvero quando la potenza è comparabile?

Il problema nascosto del MacBook Air

Sebbene l’M3 vanti un aumento di velocità di 1.6 volte rispetto all’M1, le sue implicazioni nel mondo reale, soprattutto per gli utenti tipici dell’aereo, sono trascurabili. Ciò è particolarmente vero in quanto nessuno di questi modelli è dotato di sistemi di raffreddamento attivi. Pertanto, per compiti pesanti come animazioni 3D o progetti architettonici estesi, la gamma Air potrebbe non essere la soluzione migliore.

Per gli utenti che danno priorità alle prestazioni, l'M3 Pro emerge come la scelta logica. Tuttavia, se le prestazioni si collocano in basso nella tua lista, l'M1 è un'alternativa convincente. Molti utenti che passano da M1 a M3 hanno segnalato una disconnessione tra le capacità del processore e le effettive esigenze del flusso di lavoro, indicando l'idoneità dell'M1 per la maggior parte delle attività.

Il dibattito sul Panel e sulla Configurazione

Quando si tratta di dimensioni dello schermo, i modelli da 13 e 15 pollici rappresentano una scelta significativa. Il 15 pollici offre ampio spazio sullo schermo, spesso eliminando la necessità di un monitor esterno. Al contrario, il modello da 13 pollici potrebbe avere difficoltà con il multitasking, in quanto lavorare con più finestre potrebbe essere angusto.

Limitazioni del modello base: uno sguardo critico

MacBook Air m3

L'M3 base rispecchia le specifiche dell'M2, sollevando dubbi sul rapporto qualità-prezzo. Se ritieni che la configurazione di base sia sufficiente (cosa generalmente sconsigliata), l'M15 da 3 pollici potrebbe essere un'opzione per evitare una tecnologia obsoleta. Tuttavia, se si effettuano aggiornamenti come il processore potenziato, RAM, o SSD sono nel tuo piano, il modello M2 diventa più attraente. Investire in questi aggiornamenti può trasformare un modello “vecchio” in una macchina ad alte prestazioni. È sconcertante che la strategia dei prezzi di Apple a metà del 2024 preveda la vendita di dispositivi con SSD da 256 GB e 8 GB di RAM a un prezzo così alto.

Il modello M15 da 2 pollici, sebbene non sia disponibile sull'Apple App Store, può essere spesso trovato presso rivenditori di terze parti come PC Componentes, MediaMarkt o Amazon, possibilmente ad un prezzo più favorevole.

Conclusione: fare la scelta intelligente

Considerando prestazioni, dimensioni dello schermo e caratteristiche, il modello M15 da 2 pollici si distingue come la scelta migliore per il 2024. L'M1, d'altra parte, rimane un'opzione praticabile per coloro che cercano specificamente la variante da 15 pollici. Ricordate, anche i modelli “più vecchi” come l’M1 possono essere più che adeguati per l’uso quotidiano, come evidenziato dalle prestazioni durature del Mac mini M1, anche tre anni dopo.