Prestazioni della GPU e carico nei giochi, perché non metterlo al 100%?

Se si dispone di un giochi per PC e tu sei uno di quegli utenti entusiasti che di solito misurano le prestazioni nei giochi, probabilmente avrai notato che ci sono molte volte in cui il tuo GPU non funziona al 100% delle sue capacità e, quindi, non ti sta dando il massima performance che potrebbe nei giochi. Perché questo accade?

Ci sono molte occasioni, e dipende dal gioco, dove pur avendo tutte le impostazioni ottimizzate per qualche motivo, la GPU non ti sta dando tutto il suo potenziale e dove le prestazioni nel gioco non sono male, ma potrebbero essere migliori.

Prestazioni della GPU e carico nei giochi

La prima cosa che consigliamo è di rimuovere qualsiasi tipo di sincronizzazione tra il monitor e la scheda grafica, sia essa V-SYNC, FreeSync o G-SYNC , tutti in una qualsiasi delle loro modalità. Lo facciamo per determinare il problema specifico e non avere un limite di FPS rate bloccato da queste tecnologie e poter così apprezzare gli incrementi di framerate, ma soprattutto ci permetterà di osservare il comportamento del CPU e GPU senza alcun limite e quindi comprendere i problemi.

Perché la GPU non viene utilizzata al meglio in tutti i giochi?

Ci sono molti fattori oltre alla scheda grafica che influiscono sulle prestazioni di gioco: processore, RAM, archiviazione, temperatura, l'API grafica utilizzata dal gioco e, naturalmente, la sua ottimizzazione. Per questo motivo, se vuoi scoprire perché la GPU non funziona al 100% in alcuni giochi, dovresti iniziare a indagare prima sul resto dei componenti, oltre ovviamente ad assicurarti di avere l'ultima versione del driver grafici e ovviamente l'ultima versione del sistema operativo oltre alle API grafiche.

Se avete uno strumento di monitoraggio come quello che vi abbiamo mostrato sopra (si tratta di Riva Tuner tramite MSI Afterburner) potrete vedere, oltre agli FPS e al carico della GPU, le temperature ed il carico del processore. Questo ci aiuterà a capire il problema, perché se il carico della GPU non è al 100%, ma lo è la CPU, allora hai già la risposta: il tuo processore ha un collo di bottiglia. In questo esempio, le cause dovrebbero essere determinate, poiché potrebbe essere che un altro processo sia in background che consuma risorse, oppure è il gioco che porta il processore al limite.

In altre parole, uno strumento di monitoraggio può mostrarti il ​​carico totale di tutti i core della CPU (nel nostro esempio è solo del 27%), ma dovresti controllare se questo è il caso per ogni singolo core.

Montata su GPU RTX 2000

Ad esempio, su una CPU con 8 core potresti averne due al 100% e il resto quasi inattivo; il totale sarebbe del 25% di utilizzo, quindi apparentemente il processore non sarebbe un problema, ma questo sarebbe il risultato del gioco che supporta l'elaborazione della CPU solo su due core e sono al massimo, ma questo non significa solo questo. E il fatto che due o più core vengano caricati senza renderli tutti può anche significare che il motore grafico del gioco non parallelizza o non è ben progettato dal punto di vista del software.

Questo deve essere chiaro, dal momento che un gioco non li rappresenta tutti o gran parte. Quando una CPU ha un collo di bottiglia, il suo carico è molto alto in uno o più core, indipendentemente dal gioco a cui stiamo giocando (parliamo sempre di giochi "ben" ottimizzati) e ci spieghiamo.

Ci sono titoli che in termini di requisiti sono molto alla portata di qualsiasi computer e, in compenso, la CPU è sempre sotto carico elevato in uno o più core. Questo non è un collo di bottiglia, è una cattiva ottimizzazione, come CS:GO o il più recente WarZone, che ha avuto un problema di utilizzo elevato del processore a causa di un bug in una patch.

I problemi di una scarsa ottimizzazione del software

In questo caso sarebbe colpa di a cattiva ottimizzazione multithread del gioco e non potevi fare molto, tranne aggiornare il tuo processore a uno con prestazioni più elevate per core, ma poco altro. Si spera che tu possa ridurre il carico grafico, che mentre aumenta l'FPS di cui è in grado la GPU, abbasserà i requisiti di chiamata del processore dalla RAM e dalla grafica, così come il SSD.

Carga Nucleos CPU

Le prestazioni della RAM potrebbero anche impedire alla GPU di funzionare al 100% in alcuni giochi, specialmente se hanno requisiti elevati. Puoi verificarlo abbassando alcune impostazioni grafiche nel gioco, in particolare quelle relative alla lunghezza focale e alla qualità delle texture, e vedere se rilassandole oltre a ottenere più FPS aumenta il carico sulla GPU.

In tal caso, verifica di avere la RAM in esecuzione alla velocità corretta e non alla base e assicurati di utilizzarla in modalità dual o quad channel (a seconda del tuo sistema). Per verificarlo puoi usare entrambi Aida64 ed CPU-Z , per esempio.

Memoria CPU-Z

Un altro possibile problema con la RAM (i giochi stanno diventando sempre più dipendenti da essa a causa dell'importazione e dell'esportazione di texture dall'SSD) è la sua stabilità. Che la configurazione sia corretta non implica che la memoria sia fisicamente corretta. Raccomandiamo di superare test di stress specifici come Runmemtest Pro o Karhu RAMTest e di controllare dopo il 400% dei passaggi che né loro né il BMI falliscono logicamente.

Problemi con l'SSD che limitano la GPU al 100%

C'è un problema di cui si parla poco e colpisce sempre più utenti: le prestazioni degli SSD PCIe. Siamo passati da soli 500 MB/s con tecnologia ben al di sopra di quelle velocità al raggiungimento del limite tecnico di quelle velocità con le nuove unità a stato solido PCIe 4.0 e presto 5.0.

Cosa succede a loro? Bene, ci sono due fattori chiave, in cui uno è più controllato dell'altro: la temperatura e il collasso della cache o del controller. Il primo è quello che dovrebbe essere negli intervalli ottimali, sia per il scheda madreproprio dissipatore di calore o perché acquistiamo un dissipatore di calore specifico per questo.

CPU PowerShell TRIM SSD 100%

Ma come regola generale, un SSD deve sempre essere al 50% della sua capacità e sotto i 70ºC se vogliamo le sue massime prestazioni. Lo abbiamo già spiegato in altri articoli, quindi invece di farlo di nuovo, diremo semplicemente che è inesorabile ed è legato alla tecnologia NAND Flash stessa, non c'è palliativo e va adempiuto.

Il secondo handicap è la cache o il controller SSD. Tieni presente che quasi tutti i produttori lasciano Windows e i suoi driver AHCI, il controllo e la gestione degli ingressi e delle uscite che questo componente ha con il resto del PC, nonché la gestione e il controllo del PCIe.

Ciò significa che ci sono situazioni in cui i dati non vengono letti e letti nei cicli corretti a causa di una serie di errori di ridondanza ciclica che l'algoritmo del controller stesso e Windows TRIM dovrebbero risolvere, ma non lo fanno. Questo crea un ritardo che in alcuni casi si traduce in un uso eccessivo dell'SSD stesso, ma nella maggior parte dei casi ciò che produce sono tempi casuali elevati che riducono le prestazioni di lettura, scrittura e IOPS, in particolare gli ultimi due.

Gestione TRIM e prestazioni di gioco

Si è sempre detto che la deframmentazione di un SSD non è necessaria e che ne danneggia la vita utile, e questo non è affatto vero. Il Gestione TRIM l'algoritmo in alcuni controller e con driver Windows generici non funziona come dovrebbe e ciò che fa davvero la deframmentazione è forzare il TRIM a funzionare, risolvendo problemi di prestazioni dell'SSD e influenzando la corretta gestione del processore per lui e la RAM di sistema, abbassandone l'utilizzo dal 100% a ottimale livelli, che potrebbero essere del 98% in caso di collo di bottiglia o del 2x% in caso di abbandono in questa sezione, tutto sarà l'oggetto della squadra che abbiamo nelle nostre mani.

C'è un comando che aiuta ad ottimizzare il TRIM e che potrebbe essere la soluzione alle prestazioni dell'SSD e quindi della CPU o della GPU e che vale la pena provare. Potrebbe non risolvere i problemi, o potrebbe. In ogni caso, deve essere eseguito da Windows PowerShell come amministratori:

Ottimizza volume -DriveLetter C -ReTrim -Verbose

Una volta terminata l'ottimizzazione del TRIM, possiamo chiudere PowerShell e verificare se abbiamo prestazioni migliori e una CPU o GPU inferiore al 100%. Ci auguriamo che con questi suggerimenti e trucchi