Auto elettriche e assicurazioni: sfide derivanti dai danni alla batteria

Le auto elettriche offrono numerosi vantaggi rispetto alle loro controparti con motore a combustione, ma presentano anche una serie di inconvenienti. Una preoccupazione significativa è che le auto elettriche hanno maggiori probabilità di subire perdite totali dichiarate dagli assicuratori, anche in incidenti minori, e il colpevole di ciò è spesso la batteria del veicolo.

Secondo RACE (Royal Automobile Club of Spain), un'auto viene considerata una perdita totale quando si verifica un incidente, un incendio o un furto e l'esperto della compagnia assicurativa stabilisce che il costo di riparazione del danno supera il valore di mercato dell'auto o il suo valore a l'ora dell'incidente. Purtroppo le auto elettriche tendono a rientrare più facilmente in questa categoria.

collisione d'auto

Sfide legate alla batteria

In molti veicoli elettrici è praticamente impossibile riparare le batterie leggermente danneggiate a seguito di un incidente. Di conseguenza, le compagnie di assicurazione sono costrette a considerare le auto con un basso chilometraggio come perdite totali, portando alla fine alla loro dismissione. Questa situazione ha portato ad un crescente accumulo di pacchi batterie nei depositi di rottami di alcuni paesi, minando il concetto di “economia circolare”.

Matthew Avery, direttore della ricerca presso Thatcham Research, una società di intelligence sui rischi automobilistici, evidenzia il paradosso: “Stiamo acquistando auto elettriche per ragioni di sostenibilità. Ma un veicolo elettrico non è molto sostenibile se bisogna buttare via la batteria dopo un piccolo incidente”.

Inoltre, i dati di alcuni assicuratori suggeriscono che le auto elettriche registrano tassi di incidenti più elevati. AXA, ad esempio, riferisce che i conducenti di auto elettriche hanno il 50% in più di incidenti con danni ai loro veicoli rispetto a quelli con motori a combustione.

Richiesta di risarcimento danni per incidente stradale

L'effetto di sovrapposizione

Un fattore che contribuisce a questi tassi di incidenti più elevati è l’“effetto di sovrapposizione”. Le auto elettriche spesso presentano un’accelerazione più potente, con alcuni modelli che vantano oltre 200, 300 o addirittura 400 cavalli. Gli automobilisti non abituati a gestire accelerazioni così intense possono ritrovarsi inavvertitamente coinvolti in incidenti. Il problema è più legato alla capacità di accelerazione che di frenata, poiché i veicoli elettrici spesso sono dotati di un cambio automatico a singola velocità responsabile della gestione della potenza.

Sostituzioni costose della batteria

Sostituire la batteria di un’auto elettrica può essere proibitivo, a volte superiore al valore dell’intero veicolo. Un esempio degno di nota viene dalla Cina, dove il conducente di una Polestar 2 ha danneggiato in un incidente sia il pacco batteria che un foglio protettivo di alluminio. Il preventivo di riparazione ha raggiunto la cifra sbalorditiva di 540,000 yuan (circa 71,630 euro), superando il costo di un'auto nuova di zecca dello stesso modello, che veniva valutata a 338,000 yuan (circa 44,835 euro).

Il costo della sostituzione della batteria varia notevolmente a seconda della marca dell'auto. Alcuni produttori offrono la possibilità di sostituire specifici moduli batteria, riducendo sostanzialmente i costi. La Renault, ad esempio, addebita circa 2,700 euro per unità per la sostituzione del modulo batteria, mentre una sostituzione completa della batteria può costare circa 14,000 euro.

Queste sfide sottolineano le complessità e le potenziali implicazioni finanziarie associate all’assicurazione e alla riparazione delle auto elettriche, in particolare quando si tratta di problemi legati alla batteria.