A che temperatura devo mettere il riscaldamento per risparmiare sulla bolletta?

Con l'attuale crisi energetica, unita ai prezzi alle stelle, si avvicina un inverno in cui tutti i risparmi energetici sembrano essere scarsi. Per cercare di andare avanti, ora che sembra che il maltempo sia finalmente arrivato, andiamo a vedere cosa è necessario per cercare di risparmiare sulla bolletta del riscaldamento senza doversi arrabbiare neanche a casa.

Nelle righe seguenti, non ti diremo solo qual è il temperatura ideale tra risparmio e comfort è, ma anche un'altra serie di consigli sui radiatori che potrebbero farti risparmiare semplicemente cambiando alcune piccole abitudini.

A che temperatura devo mettere il riscaldamento

La migliore temperatura per risparmiare senza perdere il comfort

Il consiglio dato dall'Istituto per la Diversificazione e il Risparmio Energetico (IDAE) è, innanzitutto, di adeguare il riscaldamento alle effettive ore di occupazione delle abitazioni e di accenderlo spento di notte , poiché quando sei sdraiato e avvolto non è necessario il riscaldamento e circa 15-17 gradi Celsius sono sufficienti per dormire comodamente. Se la tua casa è scarsamente isolata e perde molto calore di notte, puoi lasciarla accesa di notte con il termostato a 15-17ºC. Di norma, spegnerlo di notte e accenderlo per qualche minuto al risveglio è molto più efficiente che lasciarlo acceso tutta la notte.

Per situazioni diurne, quando possibile è consigliato per impostare il termostato a circa 21ºC e indossare abiti pesanti per essere a casa, abbassare le tapparelle di notte in modo che il calore non fuoriesca e tirare le tende per evitare il freddo dei cristalli, che è quello che tecnicamente viene chiamato un muro freddo. Lo scorso agosto, a causa della crisi del gas, il Governo ha imposto la limitazione del termostato a 19 gradi, ma solo negli spazi pubblici (se si utilizza il riscaldamento). La regola non si applica alle case, ma è una raccomandazione.

Va tenuto presente che, per ogni grado di temperatura che aumenta in un edificio o in una casa, il consumo di energia aumenta del 7% , così come la spesa per il riscaldamento e le emissioni di CO2.

Il riscaldamento viene risparmiato spegnendo i radiatori

Un altro modo per risparmiare sui costi di riscaldamento è chiudere i termosifoni nelle stanze dove non sei . Se sei in casa con il riscaldamento acceso, puoi spegnere i termosifoni in altri luoghi come il bagno, il corridoio o la cucina dove non ti trovi spesso. Per evitare sprechi, chiudi a chiave la chiave delle stanze che non utilizzi e così non aumenterai inutilmente la tua spesa.

Inoltre, altri suggerimenti su cosa fare con i radiatori per risparmiare denaro sono, ad esempio, non coprirli con un mobile troppo vicino o metterci sopra vestiti bagnati in modo che si asciughino più velocemente. Non è consigliabile se si desidera risparmiare sul riscaldamento. L'energia necessaria al radiatore per riscaldare l'ambiente sarà maggiore, quindi aumenteranno anche i consumi e le bollette.

Infine, estrarre l'aria dai radiatori, poiché spurgo o rimozione dell'aria dai radiatori è necessario almeno una volta all'anno, ogni volta che inizia l'inverno. Se si accumulano piccole bolle d'aria, impediscono il passaggio del calore e, quindi, fanno sì che i radiatori non si riscaldino con tutta la potenza necessaria, quindi si andrebbe sprecando.