Apple TV +: rivelata la sua quota di mercato per il 2020

Apple TV +: il suo mercato 2020

Nonostante il fatto che il contenuto di Apple TV + è cresciuta negli ultimi due anni dal suo lancio, la verità è che continua ad essere una piattaforma secondaria per molti utenti. Nonostante il suo catalogo abbia solo titoli esclusivi e abbiano un innegabile sigillo di qualità, sembra che non lo stia aiutando a raggiungere una quota di mercato rilevante. Lo dimostrano almeno gli ultimi dati riguardanti la quota di mercato delle piattaforme di streaming nell'ultimo trimestre del 2020, condivisi da JustWatch dopo aver svolto uno studio.

Apple TV + raggiunge solo il 3% del mercato

Secondo il suddetto studio, il servizio televisivo online del marchio Apple ha raggiunto solo il 3% della quota di mercato. Non è certamente molto paragonabile ad altri mercati, poiché piattaforme di questo tipo possono essere complementari e lo stesso utente può essere di più di esse. In ogni caso, i dati su apple TV + sembra molto povero. Va anche detto che i dati sono solo relativi al United States , il luogo in cui è stato svolto lo studio. Proprio questo fatto rende più notevole il basso impatto della piattaforma in un paese in cui nasce il marchio e dove i suoi prodotti tendono a salire in cima alle classifiche di vendita. Sembra che con i servizi non sia così.

  1. Netflix - 31%
  2. Amazon Prime Video - 22%
  3. Hulu - 14%
  4. Disney + - 13%
  5. HBO massimo - 9%
  6. Pavone - 6%
  7. Apple TV + - 3%

App Store tvOS Apple TV

Apple ha un problema con la tua piattaforma?

Ovviamente Netflix è il rivale da battere su tutte le piattaforme, anche se il suo ampio catalogo, la sua buona reputazione e gli anni in cui è online sono fattori molto importanti che giocano a suo favore. Tuttavia, possiamo vedere come Apple TV + è stata superata da altre piattaforme come Disney +, HBO Max o Peackock che sono stati immessi sul mercato qualche tempo dopo.

Tim Cook aveva già dichiarato un paio di anni fa che non era sua intenzione competere con Netflix. In un certo senso, l'azienda cerca che questo tipo di servizi, come Apple Arcade, finiscano per essere un ulteriore complemento del suo ecosistema completo. Da qui anche il nuovo Uno di Apple piani lanciati di recente.

In ogni caso è evidente che l'azienda non sarà completamente soddisfatta e infatti possiamo osservare una strategia meno curiosa con le promozioni del suo servizio. I primi utenti di Apple TV + si sono aggiudicati mesi fa un'estensione della loro prova gratuita fino a questo mese di gennaio e solo poche settimane fa è stato confermato che potrebbe andare fino a giugno. Dovranno vedere queste cifre?

Sebbene il suo prezzo di 4.99 (dollari ed euro) sia uno dei più bassi, sembra che il handicap principale di Apple TV + continua ad essere il contenuto scarso rispetto ai suoi rivali. La maggior parte dei concorrenti ha contenuti di terze parti, ma questo è costituito solo da materiale esclusivo e autoprodotto, quindi questo rallenta anche la crescita. Nemmeno la sua interfaccia è stata molto utile, mescolata ai contenuti del noleggio di film, anche se va detto che negli ultimi mesi entrambe le sezioni sono diventate più diverse.